Riabilitazione implantoprotesica full-arch

DESCRIZIONE CLINICA

In considerazione delle aumentate esigenze dei pazienti che richiedono riabilitazioni immediate, funzionali ed estetiche, la ricerca è stata indirizzata verso lo studio di nuovi protocolli che prevedano un periodo sempre più breve di guarigione degli impianti.

Si è dimostrato che il carico immediato permette di ottenere l’osteointegrazione degli impianti con risultati comparabili a quelli per il carico differito. Tuttavia, al fine di prevenire la fibrointegrazione degli impianti sottoposti a carico immediato è stata sottolineata l’importanza del controllo dei micromovimenti presenti all’interfaccia osso-impianto che non devono essere superiori alla soglia di 100-150 micron.

Per tale motivo è stata dedicata particolare attenzione alla fase protesica che deve prevedere la realizzazione di una protesi, in primis provvisoria e in seguito definitiva, rigida e passiva.

Queste caratteristiche sono risultate determinanti al fine di garantire una idonea distribuzione dei carichi occlusali senza creare tensioni a livello degli impianti.

CASO INIZIALE
•  5 ESTRAZIONI
•  4 IMPIANTI IN OSSO NATIVO
•  4 IMPIANTI POSTESTRATTIVI IMMEDIATI
CARICO IMMEDIATO CON PROTESI PROVVISORIA
GUARIGIONE E PROTESI DEFINITIVA

 

Share:

Lascia un commento